Spettacoli

I Fisici - 2021

Rappresentazioni:

  • sabato 8 maggio 2021 - 20:30     (per il festival Fécule)
    • Sala Polyvalente del Vortex - UNIL
    • Route de Praz Véguey 29
    • 1022 Chavannes-près-Renens
  • venerdì 18 giugno 2021 - 20:30
  • sabato 19 giugno 2021 - 21:00
    • Restaurant - Thêatre "Le Cazard"
    • Rue Pré-du-Marché 15
    • 1004 Lausanne

Compagnia

Marzio Gandola, Veronica Orlandi, Francesco de Ciampis, Lara Margiotta, Elia Conti, Marzia Luca, Andrea Bertarello, Elettra Santori, Alessandro Tadini, Giulia Panusa, Vittoria Guareschi

Trama:

"LEI VORREBBE ARRESTARMI PERCHE' HO UCCISO UN'INFERMIERA, OPPURE PERCHE' HO RESO POSSIBILE L'INVENZIONE DELLA BOMBA ATOMICA?"
Chiede un fisico pazzo, rinchiuso in un manicomio, al commissario venuto ad indagare per la morte di un'altra infermiera nella clinica dell'ambigua dottoressa von Zahnd. I FISICI, opera datata 1962, di Friedrich Dürrenmatt, non si può veramente definire un dramma. Si tratta di uno spettacolo che oscilla continuamente tra cupo e grottesco, esattamente come i suoi personaggi oscillano tra follia e ordinaria amministrazione, sollevando domande quanto mai attuali sulla responsabilità e sul senso del progresso scientifico, con la pungente ironia di cui il grande drammaturgo bernese era indiscusso maestro.

Tre sorelle - 2019

Compagnia

Marzio Gandola, Veronica Orlandi, Francesco de Ciampis, Robert Barbaric, Gabriella Ganci, Lucie Tardin, Lara Margiotta, Elia Conti, Marzia Luca, Alessandro Tadini

Trama:

In una sperduta ed anonima città della provincia russa di fine Ottocento, tre sorelle, Ol'ga, Mar'ja e Irina, hanno perso da poco il padre, ed ora aspirano a trasferirsi a Mosca, città della loro infanzia spensierata, dove sperano di dare una svolta alla loro vita. Per raggiungere il loro scopo puntano sul fratello Andrej, che è descritto come un genio poliedrico che aspira a diventare professore proprio all'università di Mosca. Tutto sembra volgere per il meglio, tutti sono in trepidante attesa di un futuro radioso, ma qualcosa di ben diverso attende i protagonisti di questo classico del teatro russo.

Company - 2018

Compagnia

Marzio Gandola, Veronica Orlandi, Francesco de Ciampis, Robert Barbaric, Andrea Cerreta, Fiorenzo Muri, Gabriella Ganci, Micol Bonetti, Vera Brullo, Lucie Tardin

Trama:

Company (1970), adattamento teatrale del musical di Stephen Sondheim e George Furth, è un’opera dissacrante sul tema del matrimonio e della vita di coppia. Ambientato nel mondo della media borghesia newyorkese, Company narra di Robert, trentacinquenne single e affascinante, circondato da una compagnia di amici tutti sposati, le cui vite di coppia oscillano tra matrimonio sereno e inferno quotidiano.
Il peso dell’esistenza ha portato queste persone a rintanarsi nei sogni, nella rigida moralità, nell’alcool e nella gola, forse anche nel mettere in dubbio la vita coniugale come bene, ma anche questa non sembra una via d’uscita.
Libero da questi problemi, Robert è invidiato da tutti i suoi amici, che cercano di convincerlo a sposarsi per mettere a tacere la voce che insinua che abbiano sbagliato programmi per le loro vite; nel frattempo Robert cerca una soluzione per non restare solo e difendere al contempo la propria libertà, desideroso di non finire imbrigliato in una relazione ipocrita come i suoi amici.
Sondheim ispeziona le paure e le idee preconcette che ci spingono alla ricerca spasmodica o di un ideale di libertà che ci porta lontano dai legami affettivi, o a sommergerci così tanto in questi da rimanerne intrappolati, in un’opera riflessiva che rimane comunque nel contesto della commedia musicale americana, fresca, spontanea e piena di ironia.

La Malattia della famiglia M. - 2017

Compagnia

Marzio Gandola, Veronica Orlandi, Francesco de Ciampis, Stella Giuliani, Alberto Tondello, Niccolò Volpe, Maria Luisa Manni
Regia di Stella Giuliani

Trama:

La malattia della famiglia M. (2000), opera del giovanissimo autore genovese Fausto Paravidino, è un intimo dramma familiare che mette in scena un nucleo allo sbando. In un anonimo paese di provincia italiana che è poco più che qualche casa sparsa lungo una strada statale vive Luigi, vedovo e affetto da imprecisata malattia che usa come scusa per deresponsabilizzarsi da ogni problema. Con lui vivono i tre figli, Marta, che si incarica compulsivamente della gestione del nucleo familiare ma finisce con l’imporre a tutti la propria rigidità mentale; Maria, la cui spiccata sensibilità non è minimamente valorizzata e viene lasciata preda di Fulvio e Fabrizio, due amici che si contendono i suoi favori. L’ultimogenito Gianni potrebbe aspirare e dovrebbe aspirare a riprendere in mano la famiglia, ma i suoi tentativi troppo infantili si perdono in un mucchio di chiacchiere senza conclusione. Questo è il quadro di una tragedia ricca di richiami all’assurdo e di confusioni che trasmettono un’ironia amara che permea tutto lo spettacolo.

Spettacoli precedenti

2016: Dio li fa e poi li accoppa, Dario Fo

2015: Confusioni, Alan Ayckbourn

2014: Sabato, domenica e lunedì, Edoardo de Filippo

2013: Sogno di una notte di mezza estate, William Shakespeare

2012: Stile libero, Andrea Panza

2011: Il malato immaginario, Molière